Black Lives Matter, le queen di RuPaul’s Drag Race contro il razzismo

I fatti raccontati in questi giorni, riguardo la morte del 46enne americano George Floyd, hanno concentrato l’attenzione di tutti su un problema purtroppo vecchio come il mondo: il razzismo dell’uomo nei confronti del “diverso”, oggi alimentato dalle continue fake news che diventano virali ogni giorno,riguarda anche gli organi di polizia.

Il movimento Black Lives Matter, fondato nel 2013 dopo la morte del diciassettenne afroamericano Trayvon Martin e che ha sempre lottato per promuovere i diritti dei cittadini afroamericani e non solo, è tornato a farsi sentire a gran voce anche in questo caso.

Tra coloro che si sono espress* sui social, sostenendo la causa del #BLM e mostrando la loro vicinanza ai parenti dell’ennesima ingiusta vittima, si sono aggiunte tante drag famose per la loro partecipazione al celebre show Rupaul’s Drag Race.

Peppermint (runner-up della nona stagione) e Bob The Drag Queen (vincitrice dell’ottava stagione) hanno discusso su Instagram Live dei temi chiave di questo evento, quali razzismo e violenza, accennando anche ai problemi di cui non si parla abbastanza, come la violenza transfobica presente sullo sfondo del movimento stesso.

Ci sono poi i post di supporto da parte di queen che non sono “direttamente toccate” da questo tipo di discriminazione, ma che hanno uscelto di usare i propri canali social per parlare a tutti coloro che un enorme privilegio lo hanno, anche se talvolta non lo vedono, come i loro fan bianchi. Tra queste troviamo Aquaria (vincitrice della 10 stagione), Detox (runner-up di All Stars 2), Blair St. Clair (concorrente della decima stagione e di All Stars 5, che approfitta anche per dire la propria sulla finale della dodicesima stagione dello show) e Trinity The Tuck (vincitrice di All Stars 4).

Quello di questi giorni, rappresenta solo l’ultimo degli attacchi alla comunità afroamericana: un problema enorme che ogni giorno deve essere affrontato e, incessantemente, combattuto. Tutto questo nel nome e nella speranza di un mondo migliore, da lasciare alle generazioni che verranno.