Lara Croft avrebbe dovuto essere esplicitamente lesbica

Lara Croft avrebbe dovuto essere esplicitamente lesbica, ma un tenue bacio in Tomb Raider: Inferno è stato silenziosamente scartato e trasformato in un abbraccio. Lo ha rivelato su Twitter il co-scrittore Jackson Lanzing, non spiegando però i motivi che hanno portato alla rinuncia.

I fan queer del video game hanno sperato per anni in una storia d’amore fra Lara e la sua migliore amica Sam. Ma la storia d’amore non divenne mai possibile, sebbene gli autori stessi del fumetto ci provarono. Gail Simone, collega e scrittore di fumetti, a febbraio twittò: «Stavo rigiocando al primo gioco della trilogia di Tomb Raider (amo questa serie) e non mi puoi convincere che Lara e Sam non siano 10000% lesbiche entrambe. Non c’è nemmeno sottotesto».

Alcuni giorni fa, Jackson Lanzing ha replicato al vecchio tweet, affermando che provarono duramente a rendere la trama queer e che ci fosse un’intera questione dedicata a Lara che, durante un trip di droga, finalmente capisce i suoi sentimenti per Sam. Tuttavia, al momento della pubblicazione, il bacio divenne soltanto un abbraccio amichevole. Il fumettista Phillip Sevy, che lavorò nel fumetto di Tomb Raider, aggiunse: «Ho ancora i disegni originali per quella pagina prima di averla dovuta ridisegnare».

Il team dietro il fumetto ha taciuto sul perché sia stata scartata la storyline queer, ma ciò è comunque abbastanza per validare le teorie di lunga data dei fan queer. Molti di loro hanno reagito con gioia alla notizia che l’appartenenza di Lara alla comunità queer non fosse solo frutto della loro immaginazione.