Foto: Mitchell Luo/Unplash

Coronavirus, il dipartimento della salute di New York raccomanda i glory hole

Il Dipartimento della Salute della città di New York consiglia ai propri cittadini di fare sesso attraverso i glory hole per evitare il contagio da coronavirus. Quello che sembrerebbe uno scherzo è parte di una guida al sesso sicuro che incoraggia i cittadini della Grande Mela a prendere ogni possibile precauzione durante i propri incontri di piacere.

Oltre alle indicazioni già fornite dai ricercatori di Harvard, tra i quali sono caldamente consigliati masturbazione e sexting, il documento propone anche delle pratiche più “kinky”. Mentre sono incoraggiati gli incontri outdoor scegliendo «spazi grandi, aperti e ben ventilati», il testo sconsiglia il sesso di gruppo. «Se in due ci si fa compagnia – si legge – in tre (o più) è sicuramente una folla». Tuttavia, nel caso in cui non si possa fare a meno di party privati, il Dipartimento consiglia di limitare le dimensioni dell’elenco degli ospiti, cercando di dedicarsi a un solo partner per volta.

Indossare una copertura per il viso o una maschera che copra naso e bocca potrebbe essere utile nelle riduzione del rischio di contagio. Una respirazione pesante o ansimante potrebbe, infatti, diffondere ulteriormente il virus. Via libera, dunque, a glory hole e a pratiche più piccanti. «Rendi il sesso un po ‘ più kink – dice la guida – Sii creativo con posizioni sessuali e barriere fisiche, come i muri, per consentire il contatto sessuale prevenendo il contatto ravvicinato».

Il manuale si sofferma, infine, sull’importanza di profilattico e diga dentale nel contrasto delle infezioni trasmissibili sessualmente, prima tra tutte l’HIV che la città conta di fermare entro la fine di quest’anno.