“Luca era gay” e adesso ha scritto un libro su come è diventato etero

Nunzio vobis gaudium magnum: abbiamo finalmente un libro che ci spiega come la fede guarisce dall’omosessualità. Sì lo so, lo aspettavamo tutti da tempo, la gioia e l’eccitazione sono incontenibili.

«Ero gay a Medjugorje ho trovato me stesso», questo è il titolo. Ma amici le notizione non sono finite: lo ha scritto Luca Di Tolve. Starai pensando «Chi cavolo è?», invece lo conosciamo tutti. È Luca quello che era gay ma che adesso sta con lei. Si proprio quello della canzone del carissimo Povia; del quale sono proverbiali le posizioni su omosessualità e temi e affini.

Non ci si sconvolge mica se le posizioni del Sig. Di Tolve sono le stesse di Povia. Luca fa parte del gruppo “Regina della Pace” sul cui sito, in merito al libro, leggiamo: «Una storia sofferta che ripercorre il lungo cammino alla ricerca di sé, dallo smarrimento della propria identità alla redenzione, fino alla rinascita a nuova vita»; beh cercare di reprimere a tutti i costi le propria sessualità in effetti è particolarmente faticoso.

Divertenti sono poi le motivazioni retrostanti l’orientamento sessuale (ovviamente deviato) di Luca: l’abbandono del padre in età infantile ed il rapporto sbilanciato e morboso con la madre. Oh ditelo al governo, vietiamolo questo divorzio, oppure vogliamo un esercito di gay per colpa di genitori scellerati che non si amano più?

Altro passaggio geniale è quello che dice che nel mondo gay si possono incontrare ogni esperienza di trasgressione, sesso, lussuria, potere e gironi infernali. È risaputo: il venerdì facciamo aperitivo con Paolo e Francesca ed il sabato puttantour con Virgilio.

A seguito del contagio dell’HIV Luca ritrova la strada. Intraprende un percorso di conversione psicologica e religiosa (e già qua sono brividi di paura): «un camino faticoso, fatto di tanti dubbi e cadute». E poi il fantastico lieto fine: conosce una donna del quale si innamora e qui prova «una gioia ed una pace mai sperimentate prima». Beh, capite fino a dove può arrivare il plagio da parte di un’associazione religiosa?

Nel caso non vi abbia convinto a comprare il libro (non si sa mai qualcuno guarisca), potete cercare il blog personale di Luca Di Tolve: io però vi avverto, la quantità di roba raccapricciante è tanta. Magari prima di andarci fate un voto alla Madonna di Medjugoje, magari vi dà la forza di leggere certe cose.

 

Leggi anche: L’evangelizzazione social: «Gay morto di AIDS resuscita e diventa etero»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.