90enne fa coming out con la famiglia e gli amici: «Sono sempre stato gay»

Kenneth Felts, uomo di 90 anni, ha fatto coming out con la famiglia e gli amici solo recentemente dopo aver finto di essere etero per tutta la sua vita. L’anziano era intenzionato a portare con sé nella tomba questo segreto se non fosse che durante l’isolamento forzato dovuto al coronavirus ha cominciato a lavorare alla sua autobiografia e i ricordi man mano sono venuti a galla.

Nato nel 1930, Kenneth si è spostato sin dall’infanzia da un posto all’altro a causa del lavoro di suo padre. A 12 anni ha capito di essere gay ma ha sempre tenuto nascosto il suo vero orientamento sessuale fino ad arrivare a sposarsi con una donna, matrimonio di cui non si è mai pentito perché senza quella relazione non sarebbe nata quella che oggi è il suo più grande sostegno: Rebecca, cioè sua figlia.

Poche settimane fa durante una tranquilla chiacchierata con lei si è lasciato andare a delle confidenze mai svelate prima e cioè che il suo unico e vero amore è stato un uomo di nome Philip. I due si innamorarono alla fine degli anni ’50 in California e la loro storia fu stroncata dallo stesso Felts che decise di vivere come uomo etero dal momento che per l’epoca in cui si trovava era meglio fingere agli occhi della società.

Slået op af Kenneth FeltsSøndag den 6. april 2014

Kenneth ha provato più volte nel corso del tempo a cercare Philip ma purtroppo non è stato mai in grado di rintracciarlo. A sostenerlo vi è la sua unica figlia, che a parti invertite circa 20 anni fa ha fatto coming out come lesbica; nonostante all’inizio le cose sono state un po’ difficili, anche a causa delle lotte interne che affliggevano Kenneth, l’uomo ha sempre sostenuto Rebecca e sua moglie Tracie.

Dopo essere uscito allo scoperto con la persona più importante della sua vita, Kenneth ha sentito l’esigenza di farlo sapere a sempre più persone iniziando così ad inviare varie mail e a pubblicare un messaggio sul suo profilo Facebook dicendo che in lui hanno sempre albergato due personalità ovvero Kenneth, uomo etero, e Larry, uomo gay che dopo anni di repressione era tempo di liberare.

Slået op af Kenneth FeltsLørdag den 20. juni 2020

In una delle varie dichiarazioni, l’uomo afferma: «Sono stato nell’armadio per tutta la mia vita, dietro file e file di vestiti… Aprendo quella porta sul davanti ho avuto grande trepidazione su ciò che la gente avrebbe detto. Ero molto preoccupato perché avevo bisogno di persone e non potevo sopportare il pensiero di perderle perché ho deciso di essere finalmente quello che ero veramente».

Per Kenneth non è mai troppo tardi per essere sé stessi e aggiunge: «Non sottovalutare i tuoi amici e la tua famiglia. Potresti essere sorpreso di come reagiscono se decidessi di uscire allo scoperto. Goditi quello che hai mentre lo hai, perché ce l’hai solo una volta».

Slået op af Kenneth FeltsLørdag den 20. juni 2020

Il 90enne, che nella sua immagine di profilo Facebook appare con una felpa rainbow, ieri ha partecipato al Denver Pride Virtual 5k, un evento virtuale a favore di The Center on Colfax, un ente di supporto della comunità LGBT+ del Colorado, che è la stessa organizzazione che crea degli incontri virtuali tra i membri anziani appartenenti alla comunità LGBT e a cui egli partecipa.

Kenneth oggi trascorre le giornate con la figlia, la moglie di lei ed i loro due figli facendo giardinaggio o dedicandosi alla scrittura che è una delle sue passioni.