Foto: LOVED/Instagram

LOVED: gli orsi messi a nudo in un progetto artistico contro gli stereotipi

L’arte riesce sempre a stupire e a reinventarsi. Protagonista assoluta del progetto artistico LOVED è proprio la categoria degli orsi. Sì, avete capito bene: uomini massicci, villosi e barbuti sono coloro che hanno dato vita, nel 2015, a una contemporary analogue & digital gallery che documenta la vita di uno dei sottogruppi più ghettizzati del mondo omosessuale.

Nato da una collaborazione tra il visual artist Charlie Hunter e il progettista del suono e filmmaker Mike Wyeld, LOVED mette in scena volti provenienti da tutto il mondo, tutti accomunati dall’essere parte della comunità degli orsi, svestendoli (in tutti i sensi) del superfluo e andando ad evidenziare i segni esteriori che connotano la loro identità sessuale.

Alle illustrazioni vengono allegate, inoltre, le interviste rilasciate dai partecipanti, aventi come comune denominatore eroiche storie di passione e accettazione. Non mancano anche momenti di riflessione nei quali si discute, ad esempio, degli stereotipi legati a questa categoria queer.

Photos: LOVED by Charlie Hunter & Mike Wyeld

Fino ad ora LOVED ha esposto le proprie opere nelle gallerie d’arte degli Stati Uniti, dell’Estonia, della Finlandia, del Regno Unito e del Canada, ma sono in programma altre mostre in tutto il globo e speriamo di ospitare presto questa mostra anche in Italia. È, inoltre, in fase di progettazione e realizzazione un libro con le immagini e le interviste sui cui si basa il progetto.

LOVED: la photogallery Instagram

View this post on Instagram

It was great to have a visit from @thatmrmay today.

A post shared by LOVED (@uk.loved.collective) on

View this post on Instagram

It was great to have a gallery visit from @bellylad_insta today

A post shared by LOVED (@uk.loved.collective) on