Cosa ci fa un uomo per le strade di Londra con una mascherina usata come perizoma?

Le nuove disposizioni del Regno Unito obbligano a indossare la mascherina e lui l’ha fatto, coprendo i suoi genitali. È successo venerdì scorso in Oxford Street, la via dello shopping londinese, dove un aitante uomo ha camminato indossando nient’altro che una mascherina chirurgica modellata a forma di perizoma, che copriva a malapena i suoi genitali, tra gli sguardi ammirati e sconvolti di una miriade di passanti.

Successivamente l’uomo è stato identificato in Tim Shieff, atleta 32enne nato in Connecticut, ma trasferitosi in Inghilterra per partecipare al programma Ninja Warrior che un anno fa aveva suscitato scalpore dichiarando di sostenere la causa vegana, pur tuttavia continuando a nutrirsi di carne.

La «protesta pacifica» di Shieff, spiega l’atleta in un lungo video su YouTube, era volta a prendere in giro quella che lui definisce un’ossessione nata per le mascherine a seguito della nuova legge, e nasce a seguito delle numerose risse che hanno coinvolto alcuni supermercati del Regno Unito, in cui alcuni acquirenti hanno malmenato altri avventori dei locali perché non indossavano il dispositivo di protezione individuale. «Se non vivi in linea con la verità di Dio – spiega l’atleta sul suo profilo Twitter – la malattia ti troverà maschera o non maschera».

I momenti salienti della singolare “sfilata” sono stati poi raccolti sul profilo Instagram di Tim e in un video pubblicato sul canale YouTube dello stesso. Dopotutto, se si può creare una mascherina con un jockstrap – avrà sicuramente pensato il campione mondiale di parkour mentre ideava la sua singolare protesta – perché non trasformare in un perizoma una mascherina chirurgica?

Dopo esservi goduti la visione, vi invitiamo caldamente a usare la mascherina nel modo corretto. Se «la malattia vi troverà», voi fatevi trovare protetti e, soprattutto, proteggete chi vi sta attorno!