Nuove tutele per i migranti LGBT+ in un emendamento di Laura Boldrini

Settimana prossima si discuterà in Aula alla Camera dei Deputati il ddl su immigrazione e sicurezza voluto dalla maggioranza e che ha come obiettivo quello di smantellare i due decreti Salvini, conosciuti con il fuorviante nome di “decreti sicurezza”. Nel frattempo buone notizie arrivano dalla Commissione Affari Costituzionali dove, secondo quanto riportato da GayNews, il Governo e i relatori si sono espressi favorevolmente all’emendamento delle deputate del PD Laura Boldrini e Barbara Pollastrini, il quale estende all’orientamento sessuale e all’identità di genere la tutela che impedisce il respingimento di richiedenti asilo che rischiano di essere perseguiti nel loro Paese di provenienza.

«Questo decreto è un passo avanti – ha dichiarato Laura Boldrini a Radio Radicale – perché smonta l’impianto dei decreti insicurezza di Salvini, quelli che avevano creato irregolarità, impedito ai richiedenti asilo di iscriversi all’anagrafe e smantellato il sistema di accoglienza basato su piccoli centri. Questo decreto va nella direzione di ripristinare la legalità e il rispetto delle convenzioni internazionali».

«È un grande lavoro che già è stato fatto a livello di Governo – ha aggiunto l’ex presidente della Camera – ma noi qui in Parlamento abbiamo intenzione di migliorare alcuni aspetti del testo. Quindi stiamo iniziando con gli emendamenti per riuscire ad andare incontro anche alle richieste degli operatori del settore, che ci fanno presente che alcune cose ancora non vanno bene e che sono da migliorare. Io sono fiduciosa che questo iter ce lo consentirà e mi auguro di riuscire ad avere un testo che cancelli quella macchia nell’ordinamento giuridico che è stata l’introduzione dei decreti Salvini 1 e 2».