«Il preside è gay»: la scritta è stata coperta da una matita arcobaleno

Diversi mesi sono passati da quando qualcuno si divertì ad imbrattare il muro della palestra di un liceo scientifico di Ravenna con la scritta «Il preside è gay». Il dirigente dell’istituto, Gianluca Dradi, cui era rivolto il messaggio, decise di non cancellare la scritta come monito.

Adesso verrà realizzato un murales contro l’omofobia per coprire la scritta. Sarà lo street artist Davide D’Angelo, in arte Urka, a realizzare il suo progetto che raffigura una matita arcobaleno e la frase «The greatest thing you’ll ever learn is just to love and be loved in return» tratta dalla canzone Nature boy” di Nat King Cole e reinterpretata da David Bowie.

La scuola, insieme all’assessorato alla pubblica istruzione e con la collaborazione di Comune, Provincia e dell’Università di Bologna, ha indetto un concorso in cui a giudicare l’idea migliore sono stati chiamati gli stessi studenti del liceo Oriani. La proposta di Urka ha ottenuto la maggioranza dei voti, avendo la meglio su altri 17 partecipanti.

Il murales è stato inaugurato oggi alle 12:30 alla presenza, tra gli altri, del sindaco Michele de Pascale, del dirigente del liceo Oriani Gianluca Dradi, dell’assessora all’Istruzione Ouidad Bakkali e del direttore dell’Ufficio scolastico territoriale Agostina Melucci.

 

In foto copertina il preside insieme all’artista Urka davanti al murales (foto di M. Agnani via RavennaToday)

Leggi anche: Un murales per Tarantina, l’ultima dei femminielli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.