Coronavirus, due donne non si arrendono e si sposano in strada a New York

L’amore fa fare cose davvero strane, come sposarsi in una strada di New York, con gli ospiti tenuti a debita distanza a causa dell’emergenza pandemica COVID-19 che sta colpendo l’intero pianeta da qualche mese!

È quello che hanno fatto Reilly Jennings e la sua ragazza Amanda, le quali avevano inizialmente in programma di sposarsi ad Ottobre 2020 ma, come spiega Reilly, i piani sono iniziati a crollare quando l’impresa di Amanda è fallita.

Così, le due hanno semplicemente optato per la celebrazione del matrimonio in tribunale: poco dopo aver ottenuto la licenza matrimoniale, il sindaco di New York City ha tuttavia chiuso l’ufficio dedicato a causa dell’espansione del virus negli Stati Uniti.

Con una licenza in mano, ma nessuno disponibile ad uffiziare il matrimonio, le due donne stavano lentamente perdendo la speranza. Finché non hanno scoperto che il loro amico Matt Wilson, ex-clown e vincitore di un Emmy Award, era stato delegato prima che la pandemia chiudesse tutti gli uffici governativi.

Quindi, una volta uscite da lavoro, la coppia si è diretta verso la strada davanti all’appartamento di Wilson il quale, dalla finestra, ha presieduto il matrimonio di fronte a tutti gli ospiti rinchiusi nelle loro macchine o tenuti a debita distanza da Reilly e Amanda.

«Che giornata! – ha scitto Reilly sul suo profilo Instagram – Tra l’incertezza e la disperazione che stiamo tutti sentendo in questo momento, sposare l’amore della mia vita nel pieno stile “New York City” è stato perfetto! Ho aspettato quattro anni per poter chiamare Amanda mia moglie e, tutto ciò, è stata solo la ciliegina sulla torta dell’amore che provo ogni giorno della mia vita».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *