Insulti transfobici all’agente di Polizia Locale sui muri di Rocca di Papa

Nella giornata di ieri la Polizia di Rocca di Papa ha rinvenuto delle scritte offensive di carattere transfobico indirizzate all’assistente capo della polizia locale Edoardo Cofani. Sui muri della città dei Castelli Romani qualcuno ha scritto ripetutmente «Cofani fr**ia». A denunciare il fatto è stata Polis Aperta, associazione italiana costituita da appartenenti alle Forze Armate LGBTQI+.

«Insulti tracciati con una bomboletta spray sui muri della città. Un atto vile, oltre ad un reato che deturpa il patrimonio storico, originato probabilmente da una vendetta per un controllo di polizia stradale – si legge nel comunicato diramato nelle ultime ore – Uno squallido tentativo di mettere alla berlina la vita privata di un agente colpevole solo di aver fatto il proprio dovere per garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada. Un tentativo andato a vuoto non solo per la pronta reazione dell’Amministrazione comunale che ha eliminato immediatamente gli insulti esprimendo solidarietà all’agente, ma per la levata di scudi che il gesto ha scatenato».

«Quello a Cofani è l’ultimo di una serie di attacchi gratuiti che sono stati rivolti ai componenti del nostro Corpo in questo ultimo anno – ha dichiarato Gabriele Di Bella, Comandante della Polizia Locale – Sia ben chiaro, l’obiettivo rimane quello dettato dall’Amministrazione: rispetto delle regole, secondo quei sani principi di legalità, davanti ai quali tutti i cittadini sono uguali. Per questo, sono fiero delle attività fin qui svolte dal Corpo di Polizia Locale di Rocca di Papa».

L’agente aveva parlato in TV della sua storia nel programma televisivo I Fatti Vostri, dove aveva raccontato: «Sono entrato in Polizia locale 10 anni fa, quando ero ancora una donna, mi chiamavo Roberta all’anagrafe. Ho avuto nel mio percorso di cambiamento la fortuna di incontrare persone stupende, che mi hanno sempre sostenuto e mai giudicato. La mia famiglia, gli amici, i colleghi e i miei superiori. Non ho avuto mai problemi, con nessuno fino ad oggi».

Vigilessa diventa uomo 👱‍♂️ La storia di Roberta che oggi è Edoardo #IFattiVostri #Rai2

Slået op af I Fatti VostriOnsdag den 29. januar 2020