Ragazze chiedono un selfie all’attore Pietro Turano, poi lo chiamano «fr**io»

Ha dell’incredibile l’episodio di omofobia di cui è stato protagonista Pietro Turano domenica scorsa ad Albano Laziale. L’attore di Skam Italia, dichiaratamente omosessuale, è stato chiamato per ben tre volte con l’epiteto «fr**io» da un gruppo di ragazzine con le quali aveva fatto un selfie pochi istanti prima.

L’attore stava facendo una passeggiata al parco insieme al proprio fidanzato, quando è stato rincorso e fermato dalle giovani, le quali lo avevano riconosciuto e hanno espresso la volontà di fare un selfie insieme. Turano non ha esitato e ha accettato, ma pochi minuti più tardi, mentre stava bevendo da una fontana, una delle ragazze ha urlato alle sue spalle: «A’ fr**io, a’ frocio a’ fr**io!».

Pietro, che oltre ad essere un noto attore è anche un attivista LGBT+, si è voltato senza esitazioni e ha risposto: «Sì, sono fr**io. E quindi?». Le ragazze si sono giustificate dicendo che non si stessero rivolgendo a lui, contro ogni evidenza e come se questo rendesse meno grave il gesto.

«Non mi capitava da tanto tempo una cosa del genere – ha spiegato l’attore nelle Instagram Stories – E mi sono reso conto quanto, in generale, possa dare fastidio. Poi mi sono chiesto: “Perché fai questo se mi hai appena fermato per chiedere una foto?”».

Pietro Turano ha poi riflettuto su come offese del genere condizionino e abbiano condizionato la vita di tanti giovani, come magari alcuni amici di quelle ragazze, «che non hanno potuto vivere la propria adolescenza in modo normale come tutte le altre persone e che hanno dovuto aspettare di diventare grandi per poter, anzi per dover, scappare dalla provincia e finalmente dedicarsi a se stesse per capire chi fossero e potersi esprimere liberamente».

1 thought on “Ragazze chiedono un selfie all’attore Pietro Turano, poi lo chiamano «fr**io»

Comments are closed.