Drag Race Holland CR: MARK ENGELEN/World of Wonder

RuPaul’s Drag Race Holland: le dieci queen della seconda edizione europea

Dopo la conquista da parte di Priyanka, drag della scena di Toronto, della corona di Canada’s Next Drag Superstar, siamo pronti ad accogliere il secondo spin-off europeo del drag-show più amato di sempre: dal 18 settembre andrà in onda, infatti, “Rupaul’s Drag Race: Holland” e noi di NEG Zone non vediamo l’ora di presentarvi le queen che calcheranno la prima runway della nuova edizione olandese!

La cosa più interessante da notare, è che questa prima stagione si preannuncia essere una grande battaglia tra le città di Amsterdam, che verrà rappresentata da 6 queen, e Rotterdam, rappresentata da 2 queen, mentre le ultime due città che vedranno una sola loro beniamina a rappresentarle sulla runway saranno Tilburg e la città belga di Antwerp.

La prima queen che vi presentiamo è ChelseaBoy. Brian, questo il suo vero nome, utilizza la sua arte per esplorare argomenti quali il gender e l’identità sessuale insieme al suo pubblico. Le sue performance, ad Amsterdam, hanno delle influenze futuristiche che vanno ad unirsi ad uno stile musicale nostalgico degli anni ’80. A differenza di tante altre queen, ChelseaBoy usa spesso materiali non convenzionali nei suoi costumi e unisce il mondo delle parrucche a quello della prostetica e delle sculture indossabili, per creare un’illusione magica sulla propria testa.

La prossima queen a scendere sulla runway è Envy Peru. Originario del Peru, il piccolo Boris si è trasferito in Olanda alla tenera età di 4 anni. Da quando è nata la sua drag persona, in poco tempo, Envy Peru è diventata la Queen più seguita nella zona del Benelux (Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo) e lotterà certamente per un posto da front-runner nella competizione. Ha fondato una propria casa, la “Mermaids Mansion” con due delle sue sorelle, una delle quali, Miss Abby OMG, parteciperà alla prima stagione del reality insieme a lei.

View this post on Instagram

Pride means to me being your true self and being proud about it. For so long I was ashamed of being too feminine, too gay and for even being myself. I’ve made my strength of the things I have been ridiculed and ashamed for in my past! Drag has made me a strong independent man. Today I am proud in being a voice for my community and for the person I have grown to be! My look is inspired to the Peruvian and Cuzcanian flag #ProudPeruvian #IAMPROUD —— Campagne: @prideamsterdam Photo by: @prismacompositional Jacket by: @lovejimmypaul Hair by: @vivaldified —— #makeupartist #makeup #dragroyalty #dragqueen #drag #worldofdrag #pride2020 #amsterdampride #worldofwonder #wowpresents #rupaulsdragrace #diversity #envyperu #dragperfection #lgbtq #pride #love #photooftheday

A post shared by ENVY PERU🇵🇪 (@missenvyperu) on

Next up, troviamo la 28enne Janey Jacké da Amsterdam. Presente nel muro dell’edizione olandese del programma “All Together Now”, similmente alle nostre Karma B e alla seconda classificata di RuPaul’s Drag Race UK Divina de Campo, negli ultimi dieci anni Justin si è conquistato il titolo di “principessa drag del pop”. Si definisce dolce, ma con una punta di piccante dentro la sua persona e, soprattutto, un animale da palcoscenico. È famosa per i suoi looks, la sua energia e il suo talento che l’hanno portata ad esibirsi sui più grandi palchi americani e greci.

La prossima concorrente del programma ha un che di provocatorio: vi presentiamo Madame Madness. È considerata la OG “Bearded Queen” di Amsterdam, oltre che essere la prima drag con la barba a partecipare al programma tra tutte le edizioni! Con la sua barba, Rowan, cerca di cancellare quella linea che divide la mascolinità dalla femminilità e vuole lanciare il semplice messaggio per cui «è permesso e bello essere diversi e alternativi». Ha un modo di apparire piuttosto rigoroso, ma in realtà è una queen molto dolce, saggia e dalla mente molto aperta.

La quinta queen di cui vi andiamo a parlare è la 30enne Ma’MaQueen. Leiè la drag-mother della House of Holographic Hoes, famosa casa di Rotterdam. Dennis, questo il suo vero nome, è una queen non-binary e si definisce una vera “conceptual look queen”. Unico, come la sua persona, è lo stile e il design di Ma’MaQueen, utilizzato non solo per se stessa ma anche per tante altre drag presenti nella scena di Rotterdam.

Altra queen proveniente da Rotterdam è la 32enne Megan Schoonbrood. Micheal, ha creato la sua drag persona Megan ormai più di 16 anni fa e, anno dopo anno, è emersa sempre come una vera diva. Ha conquistato ben 23 titoli da paegent queen e ha ricevuto la “Dusty Tiara” per il suo continuo impegno verso la comunità LGBT+. È una queen comprensiva, stravagante, intelligente, furba, articolata, bella, classica e anche un po’ trash, ma una cosa, questa queen, non ha sicuramente: non ha paura di esibirsi e mostrare il proprio talento nelle sfide del programma.

L’abbiamo già citata e la ritroviamo qui: la 25enne Miss Abby OMG. Orgoglioso del suo passato in Brasile, Henrique si è presto trasferito nei Paesi Bassi, dove ha creato la sua drag persona Miss Abby OMG ed è entrata a far parte della Mermaids Maison, insieme alla sorella Envy Peru. È considerata una dolcezza, ma anche una donna forte che non può essere ingannata in alcun modo. È una delle queen più famose nella competizione, essendosi già esibita a fianco delle più famose drag queen americane e venendo ingaggiata in tutti i Paesi Bassi e anche all’estero.

Ultima ad essere scelta tra le queen di Amsterdam è la 34enne Patty Pam-Pam. Cresciuto nel sud dei Paesi Bassi, Pieter, una volta creata la sua drag persona, si è presto conquistato il titolo di “Regina del Sud”. Balla, canta, lip-synca e lo fa con un aspetto piuttosto sorprendente: sempre con creazioni fatte in casa dalla testa ai piedi. Veste se stessa e numerose altre drag della scena di Amsterdam, riuscendo a passare in maniera versatile dal camp al fashion.

View this post on Instagram

Happy Birthday @the_lady_galore

A post shared by Patty Pam-Pam (@pattypampam) on

Unica scelta della scena di Tilburg, è Roem. A 21 anni, è la più giovane Queen del cast della prima edizione di RuPaul’s Drag Race Holland e si differenzia dalle altre partecipanti soprattutto per il suo tipo di palcoscenico: Roem, infatti, si esibisce e mostra la sua arte prettamente on-line. Grazie al suo canale YouTube, molte persone vengono incoraggiate ad essere sempre sé stesse. Il bingo drag, i lip-syncs sono cose molto belle… ma non fanno per lei. È cresciuta ad Urk, epicentro della Dutch Bible Belt, zona che ospita la più alta concentrazione di conservativi religiosi di tutti i Paesi Bassi, e sa bene cosa vuol dire crescere in un ambiente dove essere se stessi non è sempre facile.

L’ultima queen a far parte del cast della prima edizione di RuPaul’s Drag Race Holland, è Sederginne. Già nominata dai più come “trade” della prima stagione della versione olandese, Sederginne è l’unica queen fiamminga presente nella competizione. La cosa più particolare e unica di Sederginne è il fatto che sia una donna anziana, mentre Serge, il suo vero nome, è un ragazzo 26enne che ha ancora tanto da imparare dalla vita. A Sederginne, rimanere giovane e bella come tutte le altre queen non interessa: l’unica cosa che vuole è conquistare i cuori di tutti gli olandesi. Nota e famosa in Belgio, dove ha già potuto dimostrare le proprie qualità per 9 anni, ora si è già fatta notare nella scena di Amsterdam ed è pronta a vincere la competizione.

La prima stagione di RuPaul’s Drag Race Holland sarà condotta non da Mama Ru, ma bensì dal celebrity stylist ed ex-mentore di Holland’s Next Top Model, Fred van Leer che sarà anche a capo della giuria. La première andrà in onda il 18 settembre su Videoland, canale olandese, e su WOW Present Plus.