Kurt Capewell / Instagram

Il rugbista Kurt Capewell parla del suo “glory hole” in rete: «Non sapevo ci fosse un uomo»

Kurt Capewell, giocatore professionista di rugby nella squadra dei Penrith Panthers, ha affrontato una situazione scomoda che lo ha coinvolto negli ultimi giorni: in rete ha iniziato a circolare un suo video porno, del 2013, in cui riceveva del sesso orale attraverso un divisorio che lo separava dall’uomo che lo praticava.

Non si tratterebbe propriamente un caso di revenge porn, dato che non si tratta di un video privato, ma l’effetto sul rugbista è stato analogo, dal momento che ha raccontato di essere stato tratto in inganno in quella situazione e di non essere a conoscenza che ci fosse un uomo dietro a quel glory hole.

«Hei ragazzi, sta girando un mio video di 8 anni fa – ha scritto in un messaggio di gruppo ai compagni – È un po’ difficile esprimere a parole l’intera storia, ma ero al verde e facevo dei lavori da modello, poi mi hanno convinto a fare un porno. È avvenuto a mia insaputa, ma si è scoperto che c’era un tizio dall’altra parte del muro». Altri uomini hanno raccontato esperienze simili, con provini per fare da modelli che si sono trasformati in qualcosa di diverso.

Non è chiaro se Capewell fosse realmente ignaro di star girando un porno gay oppure se le sue parole siano delle giustificazioni, essendosi detto «terribilmente imbarazzato e pieno di vergogna». Il blog Cocktailsandcocktalk, entrato in possesso del video, sostiene infati che quel buco sarebbe stato un po’ troppo grande per non accorgersi che dall’altra parte ci fosse un attore di genere maschile. C’è invece chi sostiene che l’atleta intendesse dire che quando si è presentato un uomo, era troppo tardi per rifiutare. Ma poco importa, ciò che conta è che i compagni di squadra del protagonista di questa vicenda lo abbiano supportato e messo a suo agio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KURT CAPEWELL (@kurt_capes)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KURT CAPEWELL (@kurt_capes)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KURT CAPEWELL (@kurt_capes)