Foto: SWR (screenshot)

I preti tedeschi si ribellano al Vaticano: il 10 maggio benediranno le coppie LGBT+

Un gruppo di preti cattolici tedeschi ha deciso di istituire per il 10 maggio una giornata per la benedizione per tutte le coppie LGBT+. La decisione arriva in seguito al rifiuto della Congregazione per la Dottrina della Fede di benedire le unioni omosessuali. «Non rifiutiamo una cerimonia di benedizione – si legge sul sito dell’iniziativa – Lo facciamo sotto la nostra responsabilità di pastori, che promettono alle persone nei momenti importanti della loro vita le benedizioni che solo Dio dà».

«Rispettiamo e apprezziamo il loro amore e crediamo anche che le benedizioni di Dio siano su di loro – continua la dichiarazione – Non accettiamo che una moralità sessuale esclusiva e antiquata metta a repentaglio il nostro lavoro pastorale». Il sito, poi, lascia spazio alle candidature volontarie degli ecclesiastici che vogliono contribuire attivamente alla causa.  Attraverso la compilazione di un semplice form, infatti, si può candidare la propria parrocchia con la possibilità di trasmettere la benedizione via streaming.

Sono già dodici le città che hanno aderito all’iniziativa, con le firme di più di 2.500 tra sacerdoti, diaconi, funzionari pastorali e religiosi. «Celebriamo la diversità dei diversi piani di vita – sostengono gli organizzatori – e delle storie d’amore delle persone e chiediamo la benedizione di Dio. Senza alcun segreto».

«La realtà, finora, è stata che la benedizione per le coppie omosessuali e per le persone che si innamorano di nuovo dopo il divorzio, di solito deve avvenire in segreto – concludono – Una benedizione attraverso la porta sul retro è, però, vergognosa sia per coloro che devono essere benedetti che per la Chiesa». Liebe Gewinnt, questo il nome dell’iniziativa, va ad allargare ulteriormente la frattura creatasi tra la Chiesa cattolica tedesca e il Vaticano. In seguito al Responsum della Congregazione, infatti, già 350 prelati austriaci si erano schierati contro il divieto di benedizione.