Eurodeputato deride un giornalista in conferenza stampa: «È gay»

Sta facendo discutere l’indecente siparietto che si è venuto a creare martedì scorso nella sala stampa del Parlamento Europeo a Bruxelles, che ha visto l’eurodeputato belga Johan Van Overtveldt, nonché presidente della commissione bilanci, sottolineare con intento ironico l’orientamento sessuale (presunto) di un reporter.

L’episodio si è verificato dopo che il portavoce di Van Overtveldt aveva dato la parola alla «signora Bahrid», ma si trattava in realtà di Riadh Bahri, un connazionale di genere maschile. A quel punto l’eurodeputato del gruppo europeo Conservatori e Riformisti Europei – di cui fa anche parte Fratelli d’Italia – ha sentito la necessità di affermare a microfoni accesi che «lui è gay», lasciandosi andare a un risolino che non è passato inosservato sui social.

«Ho chiamato Riadh Bahrid appena possibile – ha fatto sapere l’eurodeputato con un tweet dopo che è scoppiata la polemica – Ne abbiamo parlato. Non volevo ferire nessuno. Quindi le mie scuse».