Assessora contro Fedez: «Se mio figlio usasse i suoi smalti lo caccerei di casa»

Un commento di Laura Viviano, assessora al Comune di Macerata, sotto un articolo sulla nuova linea di smalti di Fedez ha scatenato l’indignazione del web. «Se dovessi vedere mio figlio con lo smalto – scrive Viviano – a parte che penserei subito a un cambio di persona, ma subito dopo lo spedirei fuori di casa. Anni fa il cerchietto, ora lo smalto, ma questi uomini le palle le hanno perse?».

A segnalare, con tanto di screenshot, il commento incriminato, la pagina della Sinistra Italiana di Macerata che sottolinea come le parole dell’Assessora rafforzino gli stereotipi di genere. «Dopo la recente esperienza dolorosa di Malika, cacciata dalla famiglia perché lesbica – scrivono Michele Verolo e Serena Cavalletti – sentiamo di considerare le affermazioni di Laviano alquanto preoccupanti e gravi. Un’esponente politica non può avallare una condotta che invece di combattere lo stereotipo di genere, lo rinforza».

«Da una persona con incarichi nella cosa pubblica ci aspettiamo un po’ di attenzione e sensibilità. Non le solite opinionine da salotto – continuano – Giusto qualche giorno fa, ci siamo riuniti in un dibattito attorno al ddl Zan. Molto probabilmente, Laviano non era presente».

 

Critico sulla questione anche il consigliere regionale del PD Romano Carancini. «In tempi in cui, dopo anni di incomprensibile ritardo, si lotta per difendere la libertà di autodeterminazione dell’individuo l’assessore Laviano usa delle parole dure, secche e inequivocabili – scrive Carancini su Facebook – Parole che, invece di favorire la libertà di espressione personale e la giusta convivenza, fomentano delle prese di posizione di condanna e di contrarietà».

«Allora mi chiedo, e credo di non essere il solo a farlo – conclude – dove risiede il senso di responsabilità dell’assessore Laviano? Dove è l’attenzione alle diverse e legittime sensibilità dei cittadini che lei ha un onore di rappresentare?».

La risposta di Fedez

Come è facile immaginare, il commento discriminatorio è arrivato al cantante che ha voluto rispondere all’Assessora attraverso le sue storie Instagram. «È incredibile come un semplice smalto riesca a stanare gente come questa – ha detto Fedez in un video, mostrando proprio uno dei suoi smalti – Che poi non capisco che cosa li mandi in tilt di uno smalto, è uno smalto».

In un’altra storia, dopo aver scritto un «Mi dispiace per il figlio», l’influencer ha poi chiesto ai suoi follower di indovinare il partito di appartenenza di Laviano. Quando questi ultimi, poi, hanno indovinato con facilità estrema che l’assessora è iscritta alla Lega, il cantante ha deciso di premiarli.

Il premio? Un poster di Simone Pillon che fa culturismo. Ovviamente è uno scherzo. Il Senatore sembra prediligere il sollevamento di polemiche come sport.

screenshot dall’account Instagram di Fedez di: centropagina.it