Luxuria parla dell’attacco di Sgarbi: «Vittima del branco, starò più attenta agli interlocutori»

Vladimir Luxuria torna a parlare del feroce attacco verbale subito nella puntata di LIVE Non è la d’Urso di lunedì scorso. Vittorio Feltri e Vittorio Sgarbi, ospiti al centro delle “5 sfere” si sono lasciati andare a frasi omotransfobiche, con il critico d’arte ha decisamente mancato di rispetto a Luxuria chiedendole se fosse un uomo e se avesse gli attributi maschili.

Intervistata da FanPage, l’ex parlamentare ha commentato con un filo di voce: «Sono stata così male che non ho dormito, preferisco dimenticare tutto quello che è accaduto. Sentirsi vittima nel branco non è bello, forse pensavo di essere più forte».



Da parte dell’attivista transgender arriva anche una sorta di mea culpa per aver accettato un confronto con personaggi che si erano già più volte contraddistinti per dichiarazioni misogine, omofobe e transfobiche. Era stata già in passato criticata per essersi offerta in contrapposizione a personaggi come Povia o Daniela Santanché, come se l’attivismo LGBT fosseuna merce da offrire a quei talk show che li reputano tanto estremi quanto le posizioni del Family Day o della destra. L’intento di Vladimir è sempre quello di portare un messaggio di uguaglianza che possa arrivare a più persone possibili, come avviene per programmi così popolari, ma stavolta dall’altra parte ci si è spinti oltre.

«Me lo sarei dovuta aspettare – ha aggiunto Luxuria – magari non in quei termini e con quel linguaggio. Forse ho sbagliato anch’io. Metto tutto alle spalle ma la prossima volta starò più attenta agli interlocutori».

Nonostante le accese critiche sui social, Barbara d’Urso e la produzione del programma, che non hanno moderato delle dichiarazioni così gravi, non si sono espressi ma si sono limitati a festeggiare i buoni ascolti della puntata.

 

Leggi anche:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *