Il campione di wrestling Mike Parrow ha sposato il fidanzato Morgan

Le persone care al wrestler Mike Parrow e al suo fidanzato storico Morgan Cole si sono riunite lo scorso sabato per assistere al loro matrimonio a tinte rainbow.

La cerimonia ha segnato un evanescente momento luminoso in mezzo alla pandemia che sta attanagliando il pianeta e che è arrivata proprio in questi giorni negli States. Ma non solo, questa bella pagina per il mondo LGBT+ ha anche segnato la vittoria personale dello sportivo da 136 kg che, prima del suo coming out nel dicembre 2017, non si sarebbe mai aspettato di trovare la sua dolce metà e di giurarle amore per tutta la vita.

Dopo aver rivelato la propria omosessualità, il campione di wrestling ha affermato di essere rimasto non dichiarato per molto tempo perché aveva paura di fallire come sportivo una volta dichiarato il suo orientamento sessuale, perciò uscì con molte donne senza successo. Aspramente criticato da molti uomini gay per essersi a lungo nascosto, affondò in una depressione che sfociò in alcolismo, pensieri suicidi e convincendosi che dovesse curarsi con una terapia di conversione.

In quel periodo di blackout Parrow iniziò a vedere un terapista, iniziando ad accettare se stesso, ma soprattutto incontrò Cole, che lo sostenne e incoraggiò a fare coming out con la famiglia, gli amici e con i compagni di lotta.

«Nessuno ci credeva – ha detto Parrow – La loro percezione degli uomini gay era totalmente diversa. Quindi quando facevo questa confessione, rimanevano scioccati, ma ogni volta che lo dico a qualcuno diventa sempre più facile che difficile, e cerco sempre di dirlo alla gente».

Nell’ottobre 2018, Parrow ha mostrato la bandiera arcobaleno durante una sua partita di wrestling NWA, un gesto esemplare per uno sportivo ma specialmente per uno sport come il wrestling, che poco spesso viene associato alla categoria LGBT+, ma che ora ne detiene un magnifico ambasciatore che ha potuto coronare il suo sogno d’amore.

Nella didascalia di una foto di Mike Parrow e Cole pubblicata su Instagram quattro giorni prima del loro matrimonio, lo sportivo ha rivelato: «Quando l’ho incontrato per la prima volta gli ho detto che non sarei mai uscito in pubblico con lui e che poteva venire a casa solo di notte. Ora non riesco a immaginare la mia vita senza di lui!».

In un altro post di Instagram ritraente il lieto evento, Parrow ha scritto: «Io e mio marito vogliamo ringraziare tutti dal profondo del nostro cuore! Grazie ai nostri amici che sono stati in grado di unirsi a noi soprattutto durante le attuali circostanze e grazie anche a tutti gli altri che ci hanno fatto gli auguri da lontano, tutto questo ha significato davvero molto per noi. Il matrimonio è stato perfetto! E sarà anche meglio!».

Quello di sabato è stato anche un grande passo contro gli stereotipi machisti, che vedono gli sportivi come “uomini virili ed eterosessuali”, i migliori rappresentanti del testosterone maschile che non possono avere debolezze o sensibilità spesso associate al genere femminile. Un altro lottare, la settimana scorsa, ha fatto il proprio coming out in Svizzera. Finalmente i passi contro questa tendenza si stanno moltiplicando su più fronti: dallo spettacolo alla politica, passando proprio per lo sport.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.