Varese, vandalizzato un monumento in memoria delle vittime omosessuali dell’olocausto

A Varese è stato vandalizzato un monumento in memoria delle vittime dell’omocausto. Meno di un anno fa, nel marzo 2019, è stata inaugurata presso i Giardini Estensi di Varese una targa per la commemorazione delle vittime omosessuali del nazifascismo. Durante gli anni delle deportazioni, un numero imprecisato di omosessuali, tra gli altri, sono stati condotti nei campi di concentramento, dove in molti hanno perso la vita. A contraddistinguerli un triangolo rosa posto sull’uniforme, stesso triangolo rosa scelto per la realizzazione della targa.

Si tratta del secondo episodio di vandalismo verso un monumento dedicato all’omocausto, a inizio anno un episodio simile ha avuto luogo a Roma. Il presidente di Arcigay Varese, Giovanni Boschini, ha denunciato il fatto, annunciando anche una raccolta fondi per restaurare e reinstallare la targa nello stesso punto.

«Di fronte a questi gravi gesti la risposta di una città in cui sono radicati i principi democratici e costituzionali come Varese è, e sarà sempre la stessa: la rimetteremo nuova al più presto!» ha dichiarato il sindaco Davide Galimberti, che è stato ringraziato pubblicamente da Boschini per il suo impegno.

Una notizia che speravamo di non darvi. Ai Giardini Estensi hanno vandalizzato la nostra targa in memoria delle vittime…

Pubblicato da Arcigay Varese su Domenica 29 novembre 2020